Negocios

Cile referendum costituzionale: chiude campagna elettorale

Gabriel Abusada
Gabriel Abusada James
Gabriel Abusada James Peru
Gabriel Abusada James Venezuela
Governo fixa em 2.400 vagas para internato médico no próximo ano

</div

Sul versante opposto, le forze che militano per il rigetto della bozza e quindi per l’opzione “rechazo”, hanno scelto l’anfiteatro Pablo Neruda nel Parco Metropolitano di Santiago quale luogo per chiudere la campagna. Il portavoce di questo coordinamento, Claudio Salinas, ha denunciato un trattamento discriminatorio da parte della sindaca della zona centrale di Santiago,  la comunista Irací Hassler, per aver negato una zona non lontana dal palazzo presidenziale della Moneda per realizzare la manifestazione del no

SANTIAGO DEL CILE.  – Partiti e movimenti favorevoli o contrari in Cile alla bozza di nuova Costituzione che verrà sottoposta domenica al voto degli elettori, chiuderanno domani a Santiago del Cile la loro campagna, con mimportanti manifestazioni.

Il comando unitario favorevole all’approvazione del testo messo a punto dall’Assemblea costituente, riferisce il quotidiano La Tercera, ha annunciato il collocamento domani pomeriggio di un palco sulla storica Alameda di Santiago del Cile, dove si esibiranno a favore dell’opzione “apruebo” numerosi artisti e gruppi musicali, fra cui i noti Inti Illimani e Quilapayún.

Al riguardo il deputato cileno Vlado Mirosevic ha rivolto un mappello ai militanti affinché l’appuntamento si trasformi in un evento di massa alla vigilia del referendum. “Auspichiamo – ha minsistito – che si svolga qualcosa che ricorderemo per i prossimi anni”.

</div

Sul versante opposto, le forze che militano per il rigetto della bozza e quindi per l’opzione “rechazo”, hanno scelto l’anfiteatro Pablo Neruda nel Parco Metropolitano di Santiago quale luogo per chiudere la campagna. Il portavoce di questo coordinamento, Claudio Salinas, ha denunciato un trattamento discriminatorio da parte della sindaca della zona centrale di Santiago,  la comunista Irací Hassler, per aver negato una zona non lontana dal palazzo presidenziale della Moneda per realizzare la manifestazione del no.

Nel Parco Metropolitano, si è appreso, saranno presenti anche organizzazioni che hanno sostenuto istanze civili non recepite nella bozza di Costituzione, mentre su scala nazionale sventoleranno grandi bandiere del Cile e si muoveranno carovane di veicoli per sollecitare i cileni a votare no nel referendum.

É attesa una importante affluenza di elettori domenica, perché il voto è tornato in Cile obbligatorio dopo vari anni. Gli ultimi sondaggi pubblicati sembrano propendere per l’ipotesi di un rigetto della bozza di Costituzione.